Gestione delle Campagne Pubblicitarie

Quando abbiamo deciso di avviare una campagna pubblicitaria è importante avere ben chiari alcuni punti su cui lavorare per gestirla al meglio e avere buoni risultati.

Il nostro suggerimento è farci alcune domande per capire se abbiamo la risposta da cui procedere.

La prima domanda è senza dubbio anche la più importante: chi vogliamo raggiungere con il nostro messaggio?

Dobbiamo avere ben chiaro chi deve essere colpito dalla nostra campagna se vogliamo realmente raggiungere gli obiettivi prefissati.

Chi è il nostro target? Siamo veramente sicuri di conoscerlo?

Questa domanda dobbiamo farcela sia quando si opera nel mondo offline ma anche in quello online. Dobbiamo capire molto bene e prima possibile chi vogliamo raggiungere, cioè quale target ci interessa sul quale poi andremo ad investire il nostro budget pubblicitario.

> Per esempio, se volessi realizzare una campagna per un prodotto legato a utilizzatori di sesso femminile e verificando il nostro data base di soggetti da coinvolgere scoprissi che nel mio target sono presenti elementi maschili devo chiedermi se non ci sia qualcosa di anomalo.

Stabilito quindi chi è il nostro target e verificato che sia proprio quello possiamo andare oltre.

Che cosa interessa realmente al cliente? Chi ha fornito la risposto a questa domanda?

Dobbiamo capire ciò di cui il target che abbiamo identificato ha realmente bisogno. Se durante la nostra attività aziendale siamo stati attenti e saggi avremmo raccolto queste informazioni direttamente dalla relazione con i nostri clienti.

Se durante il rapporto con i nostri utilizzatori abbiamo avuto la sensibilità adatta e abbiamo utilizzato questa relazione per chiedere loro ciò di cui hanno bisogno potremmo avere in mano la risposta alla nostra domanda. Sapere che cosa interessa realmente al cliente è un patrimonio di conoscenze molto importante.

Questa indagine seppure “fatta in casa” ci offre uno spunto di partenza interessante direttamente dal nostro target.

Sicuramente sarebbe necessaria un’analisi ulteriore con un focus group adatto che ci darebbe conferma e ulteriori informazioni alla nostra ricerca.

Oltre alle due domande, quale budget reale investire?

Dopo aver risposto alle prime domande possiamo procedere e occuparci della gestione degli investimenti pubblicitari.

Dobbiamo avere ben presente che sarà necessario un budget da investire in queste azioni.

Deciso il budget è necessario decidere quali attività programmare. Possiamo decidere di acquistare degli spazi pubblicitari su cui utilizzare il nostro messaggio. Si devono scegliere i media per le campagne pubblicitarie; la loro scelta si baserà sul budget a disposizione per massimizzare i contatti di nostro interesse da raggiungere.

Con i media in particolare è importante una collaborazione legata a un mix tra attività pubblicitarie pura insieme a un’attività basata sui contenuti che devono essere realizzati in collaborazione.

Possiamo avviare attività di pubbliche relazioni verso il nostro target organizzando presentazioni, conferenze stampa, incontri preparati sulle loro esigenze. Promozioni speciali dei nostri prodotti o servizi sui focus group possono essere dei test da utilizzare per successive attività mirate e così via. Sicuramente è importante fare un’analisi dell’importo del budget pubblicitario che può essere stanziato per poi decidere le azioni che possono essere impostate.

Le campagne pubblicitarie e la loro durata

Scegliendo in modo corretto i media da utilizzare si può dare un supporto concreto alla rete commerciale aziendale.

Nella pianificazione di una campagna pubblicitaria è importante che il budget venga utilizzato non per azioni spot in singole occasioni ma per un’azione continua sul mercato di riferimento. Sicuramente è importante spalmare il budget a disposizione in un periodo il più possibile continuo.

Sicuramente il consiglio che diamo è quello di iniziare con un budget contenuto, sostenibile, sulla base delle finanze aziendali. Non deve essere tralasciata la misurazione del risultato della campagna effettuata. Si può aumentare gradualmente il budget dedicato alle azioni che abbiamo verificato possano dare il miglior ritorno sul mercato che abbiamo individuato.

Sicuramente una consulenza e un incontro su questi temi può chiarire le idee su come procedere. Gli stessi costi da sostenere possono essere studiati sulla base delle possibilità e sui risultati concreti che l’azienda si attende.