Come migliorare le vendite con prodotti di qualità

  • Febbraio 16, 2020
  • News
No Comments

In quest’articolo vogliamo provare a dare una risposta alla domanda che tutte le imprese si pongono, ovvero:

Che cosa è un prodotto di qualità? Quali vantaggi ci porta nelle vendite?

Sicuramente tutti hanno capito che i prodotti di qualità possono portare al miglioramento delle vendite o, per meglio precisare, al miglioramento dei margini tra i ricavi e i costi (produzione, stoccaggio, distribuzione, promozione e così via).

Prodotto di qualità vs Prezzo basso

Un prodotto di qualità ci permette di avere un posizionamento migliore rispetto a chi fa concorrenza solo sul prezzo.

Fare concorrenza sul prezzo è difficile e rischioso.

Ci espone alla competizione con quei concorrenti che effettuano strategie aggressive incentrate sui margini molto bassi.

Alcune volte si presenta una proposta commerciale con il prezzo più basso possibile, dunque diventa problematico inseguire i clienti che acquistano solo a queste condizioni.

Bisogna quindi evitare la concorrenza sul prezzo, a meno che non ci siano situazioni di mercato particolari: chi opera nel settore dei carburanti è uno di questi casi, infatti se il prezzo della benzina mediamente è di 1,3 euro/litro sarà difficile se non impossibile venderla a 2 euro/litro.

Con margini estremamente ridotti è quasi impossibile sostenere l’attività aziendale nel medio – lungo periodo.

Può essere possibile soltanto con vendite particolarmente numerose e automatizzate.

In tutti i casi bisogna fare bene i conti.

Che cosa è la qualità per il nostro cliente?

A proposito della qualità occorre fare una precisazione.

La percezione del cliente è legata a un mix di fattori, come per esempio il brand, i materiali, il customer care, etc, senza dimenticare il prezzo di vendita che è un fattore di posizionamento.

Un prodotto a basso costo potrebbe essere percepito come un prodotto di bassa qualità, quindi dobbiamo stare attenti a non utilizzare il prezzo come unica leva per acquisire i clienti.

Occorre andare oltre.

Un prodotto che viene percepito come di qualità ci permette quindi di avere un posizionamento superiore rispetto a chi fa concorrenza solo sul prezzo.

Che cosa intendiamo per valore aggiunto?

Il valore aggiunto è ciò che ci differenzia dalla concorrenza a parità di prezzo.

Potrebbe essere la vicinanza del punto vendita, un materiale migliore, la disponibilità dell’assistenza, la simpatia dello staff  o anche un brand particolarmente attrattivo.

Come si può intuire potrebbero esserci più “valori aggiunti”, alcuni soggettivi (difficilmente misurabili) e altri oggettivi e misurabili (ad esempio il prezzo).

Dobbiamo studiare la nostra clientela per capire quali possano essere le sue esigenze dalle quali poi elaborare la migliore proposta col maggior valore aggiunto.

La società sta cambiando nella percezione dei prodotti di qualità

La rapidità dell’evoluzione della società ha portato alcune realtà ad avere enorme successo, altre a concludere le loro attività imprenditoriali in modo amaro.

Possiamo aumentare le vendite osservando l’ambiente in cui viviamo per scegliere la migliore delle strade possibili.

L’ambiente in cui viviamo ci indica la direzione da prendere e se non siamo buoni osservatori faremo fatica a trovare la strada maestra.

Se riusciremo a capire i desideri dei nostri clienti, le esigenze del mercato e le debolezze dei nostri concorrenti potremo investire sui giusti elementi di qualità per il nostro prodotto e diventare dei veri e propri leader.

Aumentare le vendite sarà la naturale conseguenza di questo lavoro.

Nughe è il vostro partner in queste analisi e per aiutarvi a mettere a punto la migliore strategia per affrontare il mercato.

Altri articoli del nostro blog

Visualizzali tutti