Campagne Pubblicitarie su Facebook

Come funziona l’advertising su Facebook e perché può portare grandi risultati alla tua azienda

Fare pubblicità su Facebook alla propria azienda è una possibilità efficace in molti casi e può essere intesa in almeno due modi.

Le Campagne a Pagamento e gli Obiettivi

Uno è l’advertising in senso stretto, ovvero le campagne a pagamento slegate da una gestione ottimale della pagina.

Per fare campagne a pagamento è necessario avere una pagina di base dalla quale operare, ma si può fare dell’ottimo advertising indipendentemente dalla gestione di questa.

Quello che si fa è acquistare spazi pubblicitari su Facebook che variano a seconda degli obiettivi impostati (interazioni, vendita, traffico sul sito, acquisizione di contatti, etc).

Visibilità e Interazioni

Un altro modo di intendere la pubblicità su Facebook riguarda invece la Gestione della Pagina dell’azienda: post strategici pianificati attraverso un piano e un calendario editoriale, interazione con i fan della pagina, informazioni e immagini sempre aggiornate e curate.

Tuttavia, anche la più basilare gestione di una pagina Facebook può necessitare delle campagne di advertising.

Questo perché la cosiddetta “copertura organica” è ridotta a tal punto da rendere vani gli sforzi e le risorse impiegate per postare contenuti.

Anche le pagine con l’utenza più affiatata soffrono per la bassissima percentuale di copertura organica, ovvero solo a una minima parte dei fan compaiono i post.

L’advertising, in questo caso, serve per rendere visibili dei contenuti che altrimenti non vedrebbe nessuno.

La Piattaforma di Advertising di Facebook

Quello di Facebook è probabilmente lo strumento di Advertising più potente tra i Social Media.

Permette di gestire le campagne in moltissimi modi e con diverse finalità, ma soprattutto consente un preciso lavoro sul pubblico che cerchiamo: possiamo decidere di raggiungere (o escludere) persone tra i 20 e i 30 anni con una certa situazione lavorativa, persone appassionate di sushi, persone residenti nei pressi della nostra azienda.

Possiamo raggiungere le persone che sono entrate in un sito ma che non hanno effettuato nessun acquisto, le persone che stavano per acquistare ma non l’hanno poi fatto (remarketing), i visitatori che hanno visto solo una specifica pagina del nostro sito.

Addirittura possiamo selezionare le persone con dei figli piccoli escludendo però i genitori con figli adolescenti, persone appena rientrate da un viaggio, persone delle quali abbiamo un qualsiasi contatto e molto altro.

In una parola possiamo indirizzare i nostri messaggi e i nostri contenuti e farci conoscere selezionando l’audience in modi estremamente precisi.

Ed è esattamente questo a fare di Facebook una delle più potenti piattaforme di advertising al mondo, che permette di raggiungere risultati enormi quando utilizzata per gli obiettivi adatti e nel modo corretto.

Come si crea una campagna sponsorizzata su Facebook

Come lavorano i professionisti per creare delle campagne di advertising efficaci?

Preliminarmente, si studia attentamente il settore, il prodotto e il servizio da vendere, si delinea il pubblico al quale rivolgersi e si cerca di comprendere ogni dettaglio.

A questo punto si individua una strategia che viene messa alla prova testando varie combinazioni di campagne e profilazioni.

Gli interessi di questo “target e i suoi possibili comportamenti possono essere sfruttati sia a livello di comunicazione, sia come “input” da dare a Facebook per raggiungere effettivamente queste persone.

Si deve cercare di frammentare ogni aspetto per vedere cosa funziona meglio e ottimizzare quei segmenti.

In altre parole si testa quanto più possibile sia a livello di pubblico, sia a livello di contenuti, sia a livello di posizionamenti degli annunci e struttura delle campagne.

Ad esempio, invece di creare una singola campagna con un target che va dai 30 ai 60 anni, potrebbero essere fatte 6 campagne uomini/donne 30-40 / 40-50 / 50-60 e per ogni frammento si potrebbero proporre diversi contenuti “su misura”.

Grazie a questo lavoro risulta più semplice comprendere cosa funziona meglio e gestire le campagne nell’ottica dell’ottimizzazione.

Quali sono i vantaggi della segmentazione dell’audience?

Innanzitutto, le persone che ci interessano vengono raggiunge più rapidamente.

Possiamo vedere quale segmento di pubblico ottiene risultati migliori e in questo modo si riesce a battere la concorrenza degli altri advertiser che competono con noi usando i pubblici in modo più generico e casuale.

Dopo l’a/b test o le piccole variazioni si cerca di investire sulla campagna che funziona meglio e cancellare le copie meno performanti.

Si ottengono quindi migliori risultati, con tempistiche più rapide e spendendo meno sul lungo periodo.

In alcuni casi è possibile che un pubblico generico funzioni meglio di un pubblico specifico, ma vale sempre la pena testare le ipotesi.

Il Pixel di Facebook

Da quando fu introdotto, in poco tempo il Pixel di Facebook è diventato uno strumento talmente potente da risultare fondamentale per fare Social Media Marketing: una risorsa di cui non si deve più fare a meno.

Tecnicamente si tratta di un codice JavaScript da implementare nel sito web in modo da renderlo monitorabile da Facebook.

In questo modo il Social Network riuscirà a esaminare tutte le persone che, a partire dalla pagina dell’azienda o da una campagna di Advertising, sono entrate nel sito web (o in una landing page).

A partire da questo si possono ottenere diverse risorse preziose:

    • Analisi: Facebook sarà in grado di dirci nello specifico chi è andato sul sito web, in quali pagine è stato e quali azioni ha compiuto.

 

    • Audience: Il Pixel costruirà un pubblico basato sulle persone che hanno visitato il sito o solo alcune specifiche pagine. Una volta strutturata questa base è possibile anche far costruire alla piattaforma un pubblico simile ai visitatori del sito per avere maggiori possibilità di trovare nuovi clienti.

 

    • Remarketing: Grazie all’audience costruito attraverso il pixel sarà possibile indirizzare delle campagne pubblicitarie di remarketing (ad esempio mostrare un annuncio a chi ha visto un certo oggetto nel negozio virtuale).

 

    • Ottimizzazione: l’algoritmo di Facebook avrà molte più informazioni per riuscire a mostrare gli annunci pubblicitari alle persone adatte.

 

 

Contattaci per avere delle Campagne di Advertising efficaci e performanti

Gli esperti di Nughe sapranno trovare la soluzione più adatta alla tua azienda e ti permetteranno di sfruttare l’advertising di Facebook per aumentare le vendite o raggiungere qualsiasi obiettivo possibile.